Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sono come la mia faccia. Quasi trent'anni fa ho deluso tutta la mia famiglia quando mi sono iscritto a filosofia, invece che a ingegneria. Ma io intuivo già che il lavoro fosse una maledizione divina e, scampato il dolore del parto nascendo maschio, ho cercato la facoltà che mi dava meno possibilità di trovare chi mi avrebbe fatto "gettare il sangue". Non ce l'ho fatta lo stesso. Infatti, oggi faccio l'imprenditore del software e tiro la lima tutti i santi giorni nel paese più improbabile dell'intero occidente. Adoro la musica di mio fratello Marcello (il minore) e mi faccio insegnare a stare al mondo da mio fratello Francesco (il maggiore) che, dopo essere stato in coma per 7 giorni per avere battuto la zucca in terra in un incidente motociclistico, ha capito quanto c'era da capire. Sono rimasto un pessimo allievo, altrimenti non mi sarei mai messo a scrivere un blog, ma sarei in giro ad acchiappare farfalle.